Concezione politica familiare

Per politica familiare in senso lato la COFF intende l’insieme delle attività sociali e statali che in-fluiscono positivamente sull’organizzazione delle famiglie e dei loro compiti.

Per politica familiare in senso stretto si intendono le attività pubbliche, i provvedimenti e le infra-strutture voluti al fine di riconoscere, promuovere o influenzare positivamente le prestazioni fornite dalle famiglie.

Le prestazioni delle famiglie concernono la copertura del fabbisogno vitale, l’assistenza e la cura (care) nonché l’apprendimento generazionale, ossia i processi di apprendimento legati all’eredità sociale e culturale trasmessa nel tempo. Considerate da questo punto di vista, le famiglie costitui-scono un "patrimonio umano" nei due sensi del termine: sono universi di vita sociali all’interno dei quali vengono trasmesse competenze per l'esistenza. Per la società, le prestazioni delle famiglie hanno però anche un valore economico; basti pensare che il tempo dedicato ai compiti familiari rap-presenta un importo corrispondente a circa la metà del prodotto interno lordo.

La politica familiare è un compito trasversale e non può essere ridotta a un unico ambito politico. È strettamente connessa con le politiche della formazione, sociale, sanitaria, economica, fiscale, migratoria, demografica, delle pari opportunità e delle generazioni.

Le prestazioni familiari rafforzano la società. D'altro canto, l’evoluzione sociale si ripercuote anche sulle famiglie. Di conseguenza, la politica familiare è sempre anche politica sociale. La politica familiare comprende provvedimenti monetari quali gli assegni familiari o le agevolazioni fiscali e provvedimenti non monetari quali l’istituzione di strutture.

Obiettivi della politica familiare

La COFF svolge la sua attività in base agli obiettivi esposti di seguito. La politica familiare deve:

  • La politica familiare deve riconoscere e sostenere le prestazioni delle famiglie nelle sue varie fasi;
  • rispettare le varie forme di famiglia e fare in modo che nessuna di esse sia discriminata a causa delle sue origini e/o della sua composizione;
  • migliorare le condizioni di vita delle famiglie, in particolare la conciliabilità tra famiglia e lavoro o formazione;
  • compensare equamente gli oneri e le prestazioni familiari;
  • garantire la sicurezza materiale alle famiglie e fare in modo che tutti i bambini possano crescere in condizioni dignitose;
  • alleviare gli oneri particolari di tutte le famiglie e migliorare le condizioni di vita di quelle bisognose;
  • porre l'accento sul benessere del bambino e concentrarsi in particolare sui suoi bisogni e diritti;
  • riconoscere la formazione quale fattore centrale e sviluppare misure di politica familiare basate su una concezione globale di formazione e sviluppo e sulle pari opportunità;
  • sostenere la parità tra i sessi.