Congedo parentale

Un modello della COFF per la Svizzera - Nuovo calcolo dei costi

Dal 2010 la Commissione federale per le questioni familiari COFF chiede l’introduzione in Svizzera di un congedo parentale. A sostegno della propria richiesta, nel 2018 ha pubblicato un’analisi della letteratura di Paesi che dispongono già di un congedo parentale. In considerazione dello stato attuale delle ricerche, la COFF ha pertanto adeguato leggermente il suo modello. Nel 2021 ha inoltre fatto calcolare l’ammontare degli investimenti necessari.

Al fine di apportare il maggior beneficio possibile alla salute di tutti i membri della famiglia, alla parità tra i sessi e alla conciliabilità tra famiglia e lavoro e di massimizzare il rendimento della formazione delle madri, nel 2010 e nel 2018 la COFF aveva proposto d’introdurre un congedo parentale di 24 settimane in aggiunta alle 14 settimane di congedo di maternità. Dal 1° gennaio 2021 i padri hanno diritto a un congedo di paternità di due settimane. La Commissione propone ora di riservare loro sei delle 22 settimane rimanenti. I genitori sarebbero liberi di scegliere come suddividere le rimanenti 16 settimane.

I costi del modello elaborato dalla COFF varierebbero in misura considerevole in funzione della ripartizione delle settimane tra la madre e il padre, in quanto un giorno di congedo costa in media 127 franchi per la madre e 161 franchi per il padre. Ipotizzando una durata del congedo e una quota di beneficiari analoghe ai Paesi con modelli di congedo parentale equiparabili a quello della Commissione, le madri fruirebbero di 15 delle 16 settimane a loro disposizione, mentre i padri utilizzerebbero circa cinque delle sei settimane a loro riservate. I costi per le settimane aggiuntive ammonterebbero pertanto attorno agli 1,3 miliardi di franchi all’anno, il che corrisponderebbe a un importo di 15 000 franchi per neonato.

Nel 2020, gli autori della Policy Brief n. 3 “Congé parental: un investissement nécessaire et rentable” (disponibile in tedesco e in francese) hanno chiesto che le settimane vengano ripartite in modo più paritario.

Il congedo parentale è un modello utile e importante per sostenere e sgravare temporaneamente le famiglie con bambini piccoli, che ha dato ottimi risultati a livello internazionale. Se la Svizzera vuole tenere il passo degli altri Paesi e contrastare la carenza di personale qualificato, deve investire in una politica familiare moderna. Donne e uomini vogliono assumersi responsabilità con pari diritti sia in ambito professionale che nel contesto familiare e nell’economia domestica.

Le pubblicazioni possono essere ordinate gratuitamente presso l’Ufficio federale delle costruzioni e della logistica (UFCL) (numero di ordinazione 318.858.3 [2018] ; 301.610 [2010]).